blog
Il Canale Ideale



Il canale ideale

Ipotizzate che dobbiate fare ordine nel vostro box.

Pensate di eliminare la merce che il vostro bimbo non usa più?

Siete sommersi da passeggini, seggiolini auto, girelli e sterilizzatori?

Non vorrete forse portare tutto alla discarica?

E' una pessima idea, soprattutto al punto di vista etico ma anche e non meno dal punto di vista ambientale.

Le cose inutilizzate posso avere ancora un certo valore, tornando utili ad altre mamme e ad altri bambini; venderle è sempre interessante anche perché quanto realizzato può essere reinvestito per comprare altra merce che invece torna utile a voi stessi e/o ai vostri bimbi: esporre un passeggino e con il ricavato comprare un triciclo, una bicicletta o una tuta da sci per il vostro bimbo può essere un'idea intelligente e “risparmiosa”.

Portare vestitini che al vostro bimbo non stanno più e acquistarne altri della taglia adeguata, vi permetterà di vivere il mercatino a 360° ottenendone il massimo del beneficio.

Reinvestire o meno, eliminando ciò che non si usa più può essere una pratica divertente e utile.

In una casa dove sono presenti solo gli oggetti che i vostri bimbi utilizzano abitualmente, sarà tutto a portata di mano e potrete vivere la vostra abitazione con maggiore serenità, creando un sano equilibrio fra voi e i vostri bimbi.

Smaltire vecchi giochi, inadeguati alla loro età o che semplicemente li hanno annoiati, reinvestendo in giochi usati ma del tutto nuovi agli occhi dei vostri bambini, sarà un modo per rinnovare le loro camerette ma anche per insegnar loro il rispetto del denaro.  

E' però necessario superare il limite di legarsi a cose che i vostri bimbi usavano da piccoli, spesso investite di ricordi ed emozioni, considerando che l'oggettistica col passare del tempo si usura e passa di moda.

Qualsiasi cosa che non utilizzi più può essere utile a qualche altro bimbo che magari la sta cercando proprio in questo momento.

In genere tutto si può vendere ma è necessario individuare il canale ideale.

Spesso si tende a proporre solo i trio o gli oggetti di valore. Ricordate invece che anche gli oggetti più piccoli o di basso valore si possono vendere molto bene se si identifica il canale giusto: vestitini, piccoli giochi e oggettistica apparentemente di poco valore rappresentano la prima fonte di guadagno della clientela.

I canali per vendere usato sono davvero molti:

gruppi su Facebook,

portali di annunci,

negozi dell'usato generici,

negozi dell'usato focalizzati.

 

Nei gruppi su Facebook o sui portali di annunci si porpongno spesso stock dove non tutto il lotto è in condizioni apprezzabili o di vostro interesse. Non sempre i prezzi sono adeguati e normalmente nn sono coperti da garanzia in caso di mal funzionamento.

Trovare il canale giusto è importantissimo:

La vendita on-line è uno strumento efficace ma devi attentamente considerare alcuni importanti fattori: dovrai infatti avere il tempo di fare le foto di quello che vuoi vendere e di seguire i contatti delle persone interessate. Una persona interessata ti farà senz'altro delle domande per conoscere lo stato d'uso dell'oggetto e magari ti chiederà ulteriori foto.

Dovrai fare i conti con la diffidenza generalizzata della gente ad acquistare on-line da una persona che non si conosce, senza la possibilità di toccare o vedere direttamente la merce. Infine dovrai tenerti l'oggetto fino a che non avrai trovato l'acquirente giusto ed eventualmente trovare il tempo per andare alla posta per spedirlo.

Dovrai soprattutto fare molta attenzione alle persone che arriveranno presso la tua casa (giornali e portali di vendita dell'usato rappresentano il primo mezzo per ladri e malintenzionati per introdursi in case altrui in modo ufficiale) e prepararti a trattare il prezzo.

Ricorda infine che la vendita da parte di un privato può essere effettuata, senza alcuna formalità, solo per oggetti di utilizzo personale. Non puoi ovviamente vendere oggetti di altre persone oppure acquistate specificatamente per essere venduti in quanto ciò si potrebbe configurare come un'attività commerciale sommersa con conseguenti rischi di tipo fiscale.

Un negozio dell'usato generalista potrebbe rappresentare un'alternativa ma spesso, non avendo competenza specifica nel ritiro, ci si potrebbe imbattere in articoli fuori omologazione o al di sopra del valore di mercato di quel prodotto, o ancora che venga svalutato o sopravvalutato (col rischio di non essere venduto).

Nei mercatini generici non sempre si può recuperare la propria merce invenduta e a volte, dopo alcuni mesi di giacenza in posti polverosi e poco curati, potrebbero deteriorarsi.

Vendere in un negozio dell'usato specializzato nella vendita di prodotti per l'infanzia, permette di liberarti immediatamente dal pensiero di pensare alla giusta valutazione e a quello, ancor più oneroso, di gestire la gente sconosciuta che ti contatterebbe per la trattativa.

Il prezzo viene stabilito da persone competenti in base ad alcuni fattori:

prezzo di partenza da nuovo

edizione

stato di conservazione

vendibilità

rapporto domanda/offerta

 

Avete mai pensato che un negozio di grossa portata e focalizzato in prodotti per l'infenzia vi permetta meggiore visibilità e vendite superiori?

Il Mercatino Usato Bimbi di Rho (ex Secondamanina Rho) rappresenta il più grande spazio espositivo in Italia per l'usato dell'infanzia (630mq di esposizione e altri 200mq fra uffici e pertinenze), con personale competente nei ritiri per valutarne il prezzo adatto e non perdere tempo prezioso nella vendita, nonché personale specializzato sulle caratteristiche tecniche dei prodotti per chi acquista.

Sia che dobbiate vendere sia che dobbiate acquistare siete in ottime mani.

Rossana Fastigari

 

Visite oggi: 29 Visite mese: 429 Visite totali: 13971
Area riservata